Biography  botón inglés    botón espa˜õl          Repertoire          Press          Media

Eduardo Sandoval Biografia

Nato in Molina de Segura (Murcia) ottiene la laurea in geografia e storia presso la università di Murcia. Completa la sua formazione musicale nel conservatorio superiore di musica in Valencia con Ana Luisa Chova e partecipa a vari corsi di perfezionamento con Maestri come Elena Obratsova, Magda Olivero, Alain Fondari, Vladimir Galouzine, Miguel Zanetti e José Cervera Collado. Attualmente si prepara con il M° Lorenzo Petri.

Debutta con il ruolo principale de “I racconti di Hoffman” nel Palau de la Musica di Valencia  diretto da Kamal Kate. Successivamente viene chiamato per interpretare ruoli il Tamino in “Il flauto magico”, Ferrando in “Così fan tutte”, l’Amante nell’ “Amelia al ballo”, Rey Gaspar in “Amahl e i re magi”, Rodolfo nella Bohéme e Paco in “La vida breve” oltre a vari ruoli secondari come il lampionaio nella “Manon Lescaut”, Spoletta in “Tosca”, Lerma e Heraldo in “Don Carlo”, Melot in “Tristano e Isotta”, Nireno in “Giulio Cesare”.

L’evoluzione vocale di Eduardo Sandoval lo porta a partire dal 2012 a affrontare il repertorio di tenore spinto, debuttando il ruolo di Manrico in Saragozza diretto da Juan Luis Martínez. Posteriormente interpreta Calaf nella Turandot in Palma di Mallorca diretta da José Maria Moreno con un gran successo di pubblico e critica.

In Porto Alegre Brasile debutta il ruolo di Otello e in Mallorca torna a interpretare Calaf.

Eduardo Sandoval ha collaborato con direttori d’orchestra come Gómez Martínez, Christian Badea, José Collado, Miguel Ortega, Enrique García Asensio, José Ramón Tébar, Cristóbal Soler, Adrián Leaper, Dimitri Loss,  Lazlo Heltay, Juan Luis Martínez e José Manuel Moreno.

Per quanto riguarda l’oratorio ha interpretato  “Il messia” de Haendel con Lazlo Heltay, il Requiem di Mozart e “Il Canto dei boschi” di Shostakovich diretto da Cristóbal Soler en nel Palau de la Música in Valencia. Come opere sinfoniche si e’ cimentato nel “De profundis ” di A. Blanquer con Adrián Leaper e “Le campane” di Rachmaninoff con  la Orquestra della Radio Televisione Spagnola.

Eduardo Sandoval collabora con regolatirá in numerose produzzioni di Zarzuela, genere molto apprezzato in Spagna e nel quale si disinvolve con comodità. Fra le

sue interpretazioni ricordiamo quella di Javier della “Luisa Fernanda”, Leandro de “La Tabernera del Puerto”, Roberto di “Bohemios” e  Rafael di “La Dolorosa” nei vari festival estivi come quello di Sagunto e Simat de la Valldigna. Altre zarzuele interpretate comprendono “El Rey que Rabió”, “Gigantes y Cabezudos”, “La Revoltosa”, “ Rosario la Cortijera” e “El Duque de Gandía” di Chapí.